NOVITÀ
foto news
acquista
Sinf. n. 9 (Live, Lucerna Festival 2013) Abbado/Lucerne Festival Orch.

foto news
acquista
Bohème Davis/Ricciarelli/Carreras

foto news
acquista
From Spain to Eternity/Dalla Spagna all'eternità Ensemble Plus Ultra

foto news
acquista
Registrazioni orchestrali + Documentario 'A Memory' Kleiber/WPO

foto news
acquista
Viola d'emozione (Abel, C.P.E. Bach, Haendel, Telemann) Maddalena Del Gobbo/Donhoffer

foto news
acquista
Lorin Maazel in Vienna (1964-1972) Maazel/WPO

foto news
acquista
Fanciulla del West Capuana/Tebaldi/Del Monaco

Gershwin

Rapsodia in blu/Conc. in fa/Catfish Row/Rialto Ripples

Bollani/Chailly/GOL

Interpreti: Stefano BollaniRiccardo ChaillyGOL
copertina album

Gershwin
Rapsodia in blu/Conc. in fa/Catfish Row/Rialto Ripples
Bollani/Chailly/GOL
2010  Decca
476 3922 DH DDD CD



Autori
George Gershwin (1898-1937)
DOWNLOAD DIGITALI
CD

BRANI
1 Rapsodia in blu (orch. Grofé per jazz band)
16:12     anno: 2010   
Stefano Bollani [pianoforte] - Riccardo Chailly [direttore] - GOL [orchestra]
2 Catfish row (titolo originale 1936: Suite from Porgy and Bess)
   1 Catfish Row
   2 Porgy sings
   3 Fugue
   4 Hurricane
   5 Good morning, Brother (Sistuh)
23:43     anno: 2010   
Riccardo Chailly [direttore] - GOL [orchestra]
3 Conc. per pf. in fa
   1 Allegro
   2 Adagio
   3 Allegro agitato
29:01     anno: 2010   
Stefano Bollani [pianoforte] - Riccardo Chailly [direttore] - GOL [orchestra]
4 Rialto ripples (vers. orchestrale)
4:35     anno: 2010   
Stefano Bollani [pianoforte] - Riccardo Chailly [direttore] - GOL [orchestra]
Una delle più antiche orchestre del mondo l'Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, “classica” per definizione, diretta da Riccardo Chailly, celeberrima nelle più diverse pagine della musica sinfonica, da Bach passando da Mozart, Mendelssohn, Beethoven, Schumann e Mahler per arrivare alla musica contemporanea, si unisce a Stefano Bollani, un pianista italiano appartenente alla più alta sfera jazzistica internazionale. Il repertorio scelto, rigorosamente di George Gershwin, ci trascina nelle atmosfere degli anni ‘20 e ‘30 del ‘900, nel pieno della cultura americana del Secolo breve, nel mondo dello “swing”: un’atmosfera di confine fra la grande tradizione classica e l’altrettanto grande tradizione jazz, due mondi non sempre facili da conciliare.
CONDIVIDI QUESTA PAGINA SU: facebook twitter condividi su Google+