NOVITÀ
foto news
acquista
Spanish landscapes. Musica da camera spagnola per vl. e pf. Moreno/Vera

foto news
acquista
Elena egizia Dorati/Jones/Kastu/Hendricks

foto news
acquista
Beethoven/Chopin/Liszt Davis/LSO

foto news
acquista
Conc. vlc./Rondò/Silent Woods/ Songs my mother taught me/Lass mich allein op.82/Danza slava n.8 Weilerstein/Belohlavek/Polonsky

foto news
acquista
Musica russa per orchestra Suisse Romande/LPO/NewPhO

foto news
acquista
Son. vl. e pf. n. 3, 4, 9 'Kreutzer' Dego/Leonardi

foto news
acquista
Son. fl. BWV 1030-1035/BWV 1020, 1013/Triosonata BWV 1039 Griminelli/ Loreggian/ Galligioni/Formisano

ETICHETTA DECCA CLASSICS

decca DECCA CLASSICS

La nascita della storica etichetta discografica risale al 1832 quando fu fondata a Londra da Henry Solomon per produrre strumenti musicali. Nel 1929 i proprietari annunciarono la prima stampa di un 78 giri con una incisione della Mayfair Hotel Orchestra. Decca si è sempre distinta per l'eccezionale qualità delle registrazioni e per la vastità del catalogo operistico, probabilmente il più importante a livello mondiale. Il successo di Decca può essere attribuito a 3 motivi fondamentali: lo sviluppo dell’innovazione, visto che furono i primi a sperimentare la tecnica FFRR (Full Frequency Range Recordings) e a utilizzare la registrazione stereofonica, l’introduzione dell’LP (long-playing record) e il reclutamento di John Culshaw nella sede londinese. Uno dei personaggi più rappresentativi della storia della storia della Decca è infatti John Culshaw, giunto in società nel 1946, che ha rivoluzionato il metodo di registrazione, in particolare della lirica. Fino a quel momento la pratica era stata quella di mettere i microfoni davanti ai cantanti, registrando semplicemente la loro performance. Culshaw era determinato a creare registrazioni in stile “teatro della mente”, rendendo l'esperienza di chi ascolta a casa non seconda a quella del teatro dell’opera. A tal proposito ha chiesto ai cantanti di muoversi in studio come se fossero sul palco, utilizzando effetti sonori e acustica differenti. La sua abilità abbinata alla tecnologia di Decca, ha fatto prendere il volo all’etichetta discografica. La sua registrazione all'avanguardia dell’Anello del Nibelungo di Wagner, diretto da Georg Solti, è stata un grande successo artistico e commerciale. Da alcuni anni Decca accoglie anche le incisioni originariamente pubblicate su Philips Classics. Tra gli artisti che hanno legato il loro nome all'etichetta inglese: Luciano Pavarotti (esclusivo dal 1968), Sir Georg Solti, Renata Tebaldi, Mario Del Monaco, Joan Sutherland, Mirella Freni, Nicolai Ghiaurov, Leo Nucci, Marilyn Horne, Ernest Ansermet, Wilhelm Backhaus, Vladimir Ashkenazy, Radu Lupu, Riccardo Chailly, Charles Dutoit, Jean-Yves Thibaudet, Renée Fleming, Andreas Scholl, Juan Diego Florez e Cecilia Bartoli. Una curiosità: il nome Decca deriva da un antico grammofono portatile chiamato Decca Dulcephone, che ha ispirato Wilfred S. Samuel nel nominare l’azienda sostituendo la “D” di Dulcephone (o Dulcet) alla “M” di Mecca.

Sito ufficiale: http://www.deccaclassics.com/
 
Torna indietro alle Etichette Classica
 
CONDIVIDI QUESTA PAGINA SU: facebook twitter condividi su Google+