cover
Mai Dire Mai (La Locura) / La depressione è un periodo dell'anno - Willie Peyote
Mai Dire Mai (La Locura)...
Willie Peyote
Vinile
 
Mai Dire Mai (La Locura) / La depressione è un periodo dell'anno Standard Version
Willie Peyote
SCOPRI
cover
La depressione è un periodo dell'anno - Willie Peyote
La depressione è un peri...
Willie Peyote
eSingle Audio/Single Track
 
La depressione è un periodo dell'anno
Willie Peyote
SCOPRI
cover
La Tua Futura Ex Moglie - Willie Peyote
La Tua Futura Ex Moglie
Willie Peyote
eSingle Audio/Single Track
 
La Tua Futura Ex Moglie
Willie Peyote
ascolta ora
BIOGRAFIA
Willie Peyote, all’anagrafe Guglielmo Bruno, è nato a Torino nel 1985. L’artista è tra le figure più interessanti e innovative della scena indie italiana contemporanea. La critica del genere ne apprezza la capacità di fondere l’energia e la padronanza tecnica della musica rap con testi dalle tematiche sociali e attuali.


L’INIZIO DI UN FENOMENO


Il nome d’arte con cui è conosciuto dal pubblico deriva dall’unione del celebre Wile E. Coyote e il Peyote, la pianta allucinogena proveniente dall’America Settentrionale. Willie è inoltre un diminutivo inglesizzato del suo nome, Guglielmo.
Il suo primo album solista viene pubblicato nel 2011. Si intitola “Il manuale del giovane nichilista”, ed è un insieme di pezzi che fornisce all’ascoltatore un punto di vista sul mondo di Willie Peyote: l’album è impregnato di cinismo e autoironia, con essenziali tematiche di denuncia sociale. Toni che vengono confermati dal secondo album “Non è il mio genere, il genere umano” in cui trapela ancora di più lo pseudo-pessimismo antropologico del cantante.


IL RICONOSCIMENTO DEL PUBBLICO


Nel 2015 pubblica per ThisPlay MusicEducazione Sabauda”: un album che gli permette di fare il salto e farsi conoscere al grande pubblico. All’interno si trovano tantissime citazioni, più o meno dirette, ai grandi nomi della musica rap, rock e del cantautorato d’autore come Cypress Hill, The Clash, Francesco Guccini e altri. Nell’ultimo brano in particolare “(E allora ciao)”, Willie Peyote cita anche Luigi Tenco in un testo intenso e molto poetico. Da non dimenticare anche il brano “Io non sono razzista ma…” che ha attirato parecchia attenzione.
Dopo altri due anni, il 6 ottobre 2017, esce “Sindrome di Tôret”, un album prodotto da 451. Il disco a detta dello stesso Willie, è la coniugazione perfetta tra le sue due strade musicali, il rock e l’hip-hop. Accolto molto bene dal pubblico, gli vale il primo disco d’oro.


WILLIE PEYOTE: UN VERO SUCCESSO


Nel 2018 esce “8” dei Subsonica, che contiene la collaborazione con Willie Peyote nel pezzo “L’incubo”, pubblicato come singolo nel marzo del 2019. A ottobre dello stesso anno esce il nuovo progetto discografico, “Iodegradabile”, che debutta nella top 5 dei dischi più venduti e ascoltati in Italia. È anticipato dal singolo “La tua futura ex moglie”, grazie al quale Willie riceve la seconda certificazione disco d’oro e ottiene ottimi riscontri sui principali network radiofonici e online, con oltre 10 milioni di stream. Tra i grandi pezzi inclusi nell’album, ricordiamo “Mango”, “Semaforo”, e “Quando nessuno ti vede”.
Il 1° maggio 2020 esce il singolo “Algoritmo”, con la partecipazione della star internazionale Shaggy. Sempre nel 2020 esce “Fammi scrollare” dei Selton feat. Willie Peyote ed Emicida e, a novembre, pubblica il nuovo singolo solista “La depressione è un periodo dell’anno”, che racconta con amarezza e lucidità il periodo di difficoltà vissuto durante il Covid-19.
Nel 2021 partecipa alla 71esima edizione del Festival di Sanremo come esordiente tra i 26 big in gara con il brano intitolato “Mai dire mai (la locura)”. Si classifica in sesta posizione e vince il premio della critica.


PORNOSTALGIA E IL TALK TOUR


Il 2022 vede l’attesissimo ritorno sulle scene di Willie Peyote con il nuovo album “Pornostalgia” che si pone già dalla copertina come prosecuzione di “Iodegradabile”, uscito tre anni fa. Si tratta del suo sesto album e arriva dopo un silenzio musicale e di isolamento in cui nulla è successo mentre molto cambiava: un progetto che nasce dalla nostalgia di quel momento in cui tutto sembra essersi fermato e in realtà andava avanti. Proprio in questa strana fase Willie Peyote sembra aver scoperto molte cose e l’aver guardato il mondo da un’altra prospettiva gli ha dato la possibilità di scrivere questo album, profondo e divertente, che segna il suo rientro nella scena musicale italiana. 
Tredici tracce tra cui spiccano grandi collaborazioni, tra cui quelle con Samuel, Jake la Furia e Speranza, Emanuela Fanelli e il producer bolognese Godblesscomputers, solo per citarne alcune. Un album che sarà seguito da uno speciale talk tourPEYOTeMES” che farà tappa a Milano, Bari, Firenze, Napoli, Palermo e molte altre città italiane e vedrà la partecipazione di personalità di spicco della scena intellettuale e musicale italiana.
Ultimo aggiornamento: 30 maggio 2022