Elisa

Elisa

cover
Secret Diaries - Elisa
Secret Diaries
Elisa
eAlbum Audio
Secret Diaries
Elisa
ascolta ora
cover
Promettimi - Elisa
Promettimi
Elisa
eSingle Audio/Single Track
Promettimi
Elisa
SCOPRI
cover
Se Piovesse Il Tuo Nome - Elisa
Se Piovesse Il Tuo Nome
Elisa
eSingle Audio/Single Track
Se Piovesse Il Tuo Nome
Elisa
ascolta ora
cover
Will We Be Strangers - Elisa
Will We Be Strangers
Elisa
eSingle Audio/Single Track
Will We Be Strangers
Elisa
SCOPRI
cover
Ogni Istante / Yours To Keep - Elisa
Ogni Istante / Yours To K...
Elisa
eSingle Audio/Multi Track
Ogni Istante / Yours To Keep
Elisa
ascolta ora
cover
Time (Planet Funk Remix) - Elisa
Time (Planet Funk Remix)
Elisa
eSingle Audio/Multi Track
Time (Planet Funk Remix)
Elisa
SCOPRI
cover
Se Piovesse Il Tuo Nome
cover
Quelli Che Restano
cover
Se Piovesse Il Tuo Nome
BIOGRAFIA
Elisa Toffoli inizia a scrivere canzoni già a 11 anni e nei suoi oltre 20 anni di carriera si è dimostrata un'artista eclettica e poliedrica: compositrice, musicista, produttrice discografica, ma anche appassionata di fotografia, scrittura e doppiaggio. Esordisce cantando in lingua inglese, una scelta artistica, ma anche personale. Inizialmente, infatti, scrivere le sue emozioni in un linguaggio che i suoi cari, soprattutto i genitori, non potessero capire l'aiuta a esprimersi più liberamente.


Il mondo di Elisa: sonorità innovative e sperimentazioni multiculturali


Il suo primo album “Pipes & Flowersesce nel 1997 lanciato dall'indimenticabile singolo “Sleeping in your handTriplo disco di platino in Italia, l’album conquista anche Germania, Olanda, Belgio, Svizzera, Francia e altre nazioni.

Nel maggio del 2000 esce "Asile's World": un disco ancora più intimo in cui Elisa sperimenta con gli arrangiamenti che propendono per sonorità più elettroniche, spostandosi verso il rock alternativo. Le associazioni con la voce di Alanis Morissette e le musicalità di Bjork sono immediate, indice della sua multiculturalità e abbattimento dei confini esclusivamente nazionali. Un anno dopo, Elisa incide la sua prima canzone in italiano: "Luce (tramonti dall'est)", con la collaborazione di Zucchero, che le vale una vincita al Festival di Sanremo.


Elisa è la voce italiana che piace al mondo


Nel 2001 il terzo album "Then comes the sun", pubblicato in 20 nazioni, le vale tre premi agli Mtv European Music Awards. Elisa è sulla cresta dell'onda: canta l'inno di Mameli durante la chiusura dei Giochi Olimpici invernali USA, partecipa al concerto del 1°Maggio e al Pavarotti & friends. Due delle canzoni dell'album vengono scelte come colonne sonore di "A time for Dancing" di Peter Gilbert e "Casomai" di Alessandro D'Alatri. Negli anni raccoglie collaborazioni di grande rilievo a partire da Tina Turner, proseguendo con gli Avion Travel, Fiorella Mannoia, i Negramaro, Tina Turner, Andrea Boccelli, Gianna Nannini e Giorgia.


Yours to keep e We will be stranger: gli ultimi singoli dei Greatest Hits


Dopo anni di successi, arriva nel 2004 una delle collaborazioni più memorabili, "Gli ostacoli del cuore", scritta per lei da Luciano Ligabue. Gli artisti simbolo del rock italiano duettano in un video girato dallo stesso Ligabue e quel singolo resta per mesi il più trasmesso sulle radio di tutta Italia.

Il singolo lancia il primo album Greatest Hits di Elisa, "Soundtrack '96 - '06" che vende più di 600 mila copie solo in Italia. Nel 2008 conquista America e Canada con “Dancing” un’altra raccolta dei suoi brani più emozionanti, che si piazza al quinto posto dei dieci migliori album pubblicati in US nel 2008.


L’anima vola, primo lavoro in italiano, e “ON”, vitale e energetico


Nel 2013, Elisa decide di cimentarsi per la prima volta dall’inizio della carriera in un album cantato interamente in italiano. “L’anima vola” affronta temi come il cambiamento, i rapporti umani e l’amore, inteso anche come amore materno, con un’anima grintosa e rock, secondo il personalissimo stile grintoso e rock della cantante. L’album contiene 3 brani scritti appositamente per Elisa da 3 protagonisti della musica  italiana: Luciano Ligabue firmaA modo tuo”, Tiziano Ferro le cuce addosso “E così scopro cos’è la felicità”, mentre “Ecco che” è scritta da Giuliano Sangiorgi.  

Anticipato dal singolo “No Hero”, con “ON”, album del 2015, Elisa torna all’inglese ma includendo nella tracklist anche due brani in italiano, “Bruciare per te” e “Sorrido già”, cantata insieme ad Emma e Giuliano Sangiorgi. Vitale ed energico, l’album è tutt’altro che una raccolta intimista ma piuttosto, come lo definisce Elisa stessa, «un disco irrompente e molto fisico», per sentirsi accesi e connessi.


Diari Aperti, un nuovo inizio 


Nel 2017 esce Soundtrack '97 - '17, lanciato dal singolo "Ogni Istante/Yours to keep" in cui si esprime a pieno la sua vena introspettiva. Le sue radici blues e rock anni '70, lasciano il posto a musicalità più moderne piene di elettronica come "Will We Be Strangers", presentato nel 2018 a Londra e disponibile per l'ascolto online.

Diari Aperti”, decimo album della cantante, esce nell’autunno del 2018. Un disco interamente cantato in italiano, con il quale l’artista sembra volersi raccontare senza filtri con un repertorio che sembra “Tutta un’altra storia”, proprio come titola il brano di apertura, mostrando un’indole pronta a sperimentare nuove sonorità. “Diari aperti” è anche ricco di collaborazioni, come quella Francesco De Gregori ne “Quelli che restano”, un inno ai sognatori che non smettono di lottare, una vera e propria poesia, e “Se piovesse il tuo nome”, che vede la voce intensa e cristallina di Elisa interprete di un una canzone d’amore sincera, pura e mai sdolcinata, scritto da Calcutta, Vanni Casagrande e Dario Faini. Quest’ultimo brano le vale il Disco d’Oro e la cifra record di 7 settimane in cima alla classifica dei brani più trasmessi in radio.

Elisa inaugura il 2019 con il singolo “Anche Fragile”, presentato live per la prima volta sul palco del Teatro Ariston di Sanremo, al quale la cantante partecipa in qualità di super ospite. Il brano, scritto e composto da Elisa stessa, è un vero e proprio manifesto dell’album “Diari Aperti”: una ballad introspettiva e potente, che presenta al pubblico la doppia anima della cantante, forte ma “anche fragile”.

Per il “Diari Aperti Tour” Elisa ha scelto di esibirsi nei teatri per accorciare le distanze con il pubblico, stabilire un rapporto più intimo e il contatto diretto con i fan. A pochi giorni dall’annuncio della tournée teatrale, visto il grande successo di vendite, la cantautrice ha subito deciso di raddoppiare le date, facendo tappa nei teatri di tutta Italia.
Stai cercando il sito dedicato alla Musica Classica?
CLASSICA
Stai cercando il sito dedicato alla Musica Jazz?
JAZZ