Cesare Cremonini

Cesare Cremonini

cover
Possibili Scenari (per pianoforte e voce) - Cesare Cremonini
Possibili Scenari (per pi...
Cesare Cremonini
Vinile
Possibili Scenari (per pianoforte e voce)
Cesare Cremonini
SCOPRI
cover
Possibili Scenari (per pianoforte e voce) - Cesare Cremonini
Possibili Scenari (per pi...
Cesare Cremonini
CD
Possibili Scenari (per pianoforte e voce)
Cesare Cremonini
ascolta ora
cover
Nessuno Vuole Essere Robin / Al Tuo Matrimonio - Cesare Cremonini
Nessuno Vuole Essere Robi...
Cesare Cremonini
Vinile
Nessuno Vuole Essere Robin / Al Tuo Matrimonio
Cesare Cremonini
SCOPRI
cover
Poetica / La Macchina Del Tempo - Cesare Cremonini
Poetica / La Macchina Del...
Cesare Cremonini
Vinile
Poetica / La Macchina Del Tempo
Cesare Cremonini
SCOPRI
cover
Possibili Scenari (per pianoforte e voce) - Cesare Cremonini
Possibili Scenari (per pi...
Cesare Cremonini
eSingle Audio/Single Track
Possibili Scenari (per pianoforte e voce)
Cesare Cremonini
ascolta ora
BIOGRAFIA
Cesare Cremonini studia musica classica e suona il pianoforte sin da piccolo, poi, alla tenera età di 11 anni, scopre il mondo rock grazie alla musica dei Queen. Nel 1996, con alcuni compagni di classe forma i “Senza Filtro”, band con cui proporne inediti e cover di Beatles, Oasis e Radiohead, oltre agli amati Queen. Nel 1999, fonda i Lùnapop insieme a Gabriele Galassi, Nicola Balestri, Alessandro De Simone e Michele Giuliani. Comincia così la sua fortunata carriera nel mondo della musica italiana.


I LÙNAPOP E LA CARRIERA SOLISTA

I Lùnapop ottengono subito un immenso successo con il singolo di debutto “50 Special” e, nel novembre del 1999, esce ”…Squérez?”, primo e unico album della band. Nel 2001, infatti, il gruppo si divide e Cesare intraprende la carriera solista. “Bagus”, album di esordio solista, "Maggese" e "Il primo bacio sulla luna" fanno conoscere al pubblico la vera anima del cantautore bolognese. Nelle sue composizioni, pianoforte e chitarre sono protagonisti di arrangiamenti barocchi e curati fino al minimo dettaglio. Musica adatta ai grandi palchi così come ai teatri, location amata da Cesare, tanto che, in occasione di esibizioni più intime, riscrive tutti gli arrangiamenti dei suoi brani per voce e pianoforte, dedicando parti dello show alla prosa.


LA SVOLTA ARTISTICA: LA TEORIA DEI COLORI E LOGICO

Nel 2012, esce "La teoria dei colori", album che stabilisce definitivamente la sua maturità e indipendenza artistica. Undici brani ispirati alla tradizione cantautorale italiana con forti influenze del pop-rock inglese, senza dimenticare le sonorità della tradizione anni Sessanta e Settanta. Un album dedicato all’amore, e, soprattutto, alle storie d’amore che finiscono. Emozioni messe a nudo, raccontate con naturalezza e un giocosità, in tutte le loro sfumature: l’innamoramento adolescenziale di “Una come te”, la storia coraggiosa del businessman e la ballerina de “La nuova stella di Broadway”, la dichiarazione d’amore di “Una come te”, lasciano spazio anche a ballate più disilluse e crepuscolari come “Amor mio” e “Tante belle cose”. Sopra a tutto, la hit “Il Comico (sai che risate)”, metafora di una dolorosa ma sorridente accettazione delle contraddizioni della vita.

L’amore è un tematica cara all’artista, tanto da riprenderla anche in "Logico", album del 2014. Storie che sono uno scontro continuo tra ragione ed emozioni, siano amori di una notte, come in “GreyGoose”, amori di una vita come in “Se c’era una volta l’amore (Ho dovuto ammazzarlo)” o l’amore clandestino di “Io e Anna”. In questo disco, Cesare ha, però, voluto sperimentare dal punto di vista sonoro con synth ed effetti elettronici, assenti nei lavori precedenti. Qui i suoni sono più ricercati e curati, incarnati perfettamente dall’entusiasmante intro “Logico #1”, brano nel quale coesistono cantautorato, pop e una vena alternativa.


POSSILI SCENARI E IL TOUR NEGLI STADI

Dopo tre anni e mezzo di pausa, Cesare Cremonini torna sulle scene con "Possibili scenari", album dalle sonorità miscellanee, nato dalla penna e dal guizzo di Cremonini, ma con tanti riferimenti musicali a gruppi e compositori internazionali, come i cori dei Beach Boys, ma anche Pharrel Williams, Tame Impala e Elton John. Un lavoro impegnato e complesso che Cesare ha deciso di celebrare con un tour spettacolare negli stadi e nei palazzetti di tutta Italia.

Dopo anni di incessante lavoro di scrittura e produzione in studio, nel novembre 2017, Cesare Cremonini torna sulle scene con “Possibili Scenari”. Un disco ricchissimo e poliedrico, che combina la sua vena cantautorale con sonorità moderne ma sempre calde, grazie alla centralità del pianoforte e degli strumenti d’orchestra. “Poetica” è il primo singolo estratto, una canzone rivoluzionaria nella struttura e nell’arrangiamento, quasi un brano d’altri tempi grazie al connubio di piano, chitarre e archi. Anche nei testi, Cremonini va valla ricerca di punti di vista inusuali, mai convenzionali o già affrontati, sia che si parli d’amore sia di temi d’attualità come l’immigrazione e il pregiudizio. Così, “Nessuno vuole essere Robin” offre il personale sguardo dell’artista sui rapporti di coppia moderni, ormai svuotati, fragili e contrassegnati dalla paura di mostrarsi deboli (o, più semplicemente, umani) agli occhi dell’altro. “Kashmir-Kashmir”, invece, racconta la storia di un ragazzo sfuggito a guerre lontane e approdato in Europa deve scontrarsi ogni giorno con il pregiudizio.

“Poetica” è un lavoro impegnato e complesso, sia a livello umano che artistico, che il cantante ha deciso di celebrare con lo spettacolare tour “Stadi 2018”, e, nell’autunno dello stesso anno, proseguire con un tour nei palazzetti. Un’occasione per celebrare insieme ai fan 20 anni di carriera che hanno fatto di lui un musicista, autore e performer unico per stile e talento.
Stai cercando il sito dedicato alla Musica Classica?
CLASSICA
Stai cercando il sito dedicato alla Musica Jazz?
JAZZ